venerdì 18 novembre 2011

La Tanshell di Mauro Gilli

 La square panel sabbiata, color Tanshell, che comprai da Mauro Gilli

Non discuto la bellezza e la bontà delle pipe artigianali italiane. Ma io, insieme al latte materno, ho cominciato ad assorbire il fumo paterno dei tabacchi inglesi e l'amore per le forme classiche in cui la bellezza nasce da variazioni minime intorno a proporzioni che si potrebbero definire auree.  Alfred Dunhill ne era il Giotto, Achille Savinelli ne era un interprete modernista e affascinante. Ma interessante proprio per la sua capacità di forzare la forma classica senza abbandonarla, diciamo un Modigliani. Col tempo ho fatto le mie incursioni nel cubismo, nel surrealismo, ma in fondo al cuore è sempre rimasto l'amore per la classicità nella sua purezza. Le pipe di Mauro Gilli sono le pipe di un grande artigiano contemporaneo che ha scelto proprio il ritorno a quella purissima classicità quasi matematica. In mezzo ad autori che colpiscono, che stupiscono, che esibiscono talvolta con un certo compiacimento la propria personalità, una pipa di Gilli può sembrare poco stuzzicante, finché si trova su uno scaffale o su una pagina web. Ma provate a riempirla, ad accenderla e a passeggiarci con le mani in tasca. E' allora, mentre svolge la funzione per cui è nata, che attirerà l'occhio di chi capisce le pipe. Come una calamita. E, se vi capita di fumarla davanti a una vetrina in cui sono esposte intricate creazioni artistiche, potrebbe succedere che un altro appassionato volti le spalle a quella teca carica di capolavori rarissimi e costosissimi per chiedervi informazioni su un leggero pezzetto, perfettamente disegnato e tagliato, di radica, che costa una frazione della meno pretenziosa di quelle artistiche creazioni. A me è successo, proprio mentre fumavo questa square panel. Non certo la più appariscente della mia piccola raccolta di variazioni intorno ad una forma che amo. Ma certamente una delle più perfette.


Le pipe di Gilli rifuggono dall'esibizionismo: sono sobrie e minimali anche nella nomenclatura.



3 commenti:

  1. Sono un grande estimatore delle pipe di Mauro Gilli, amico e grande pipemaker, le sue pipe sono di grande eleganza formale, quasi cartesiane nella loro essenza e di grande fumabilità. Hanno un solo difetto, una tira l'altra... ne ho più di venti e non so se e quando mi fermerò.

    RispondiElimina
  2. Complimenti! Io per ora sono a quattro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiornamento: sono a cinque, più due in arrivo.

      Elimina